David, poesia da “Lo strazio”, Maria Antonietta Pinna

OMBRELLO E BILICO

David

Piove
su Saul malinconia,
di pensieri un’orda,
una fanghiglia lorda.
Transitiva magia,
la cetra
smuove
la sorda
pietra,
la prende,
la porta via,
non c’è corda
che David non morda.
Saul si distende,
strazia il suono
la polpa d’ogni tuono.

poesia da Lo strazio, di prossima pubblicazione con Marco Saya editore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...