Il cielo ha fili (poesia da “Ultrafanica”, Maria Antonietta Pinna)

531932_334154743310803_100001488408401_934253_1656517063_n[1]
Il cielo ha fili
che mi tengono avvinto
al suo porro escrescente di vindice profeta,
il cielo ha gridi di satiri
dai visi di plastica fine
e deliri di angeli cartapesta
fuoriusciti da scatole di panettoni,
e mani e piedi e crisoelefantine tiare
che si prendono gioco di me,
mentre stringono il patto
di nuove politiche.
Guardo meglio
da sveglio, quelle finezze asfittiche,
nuove transustanziazioni.
Il gatto dorme sul davanzale,
non sa di ostie e milioni.
Dio non c’è.
Mi strappo i fili e corro
con la testa piena di sale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...